Una classe a quattro ruote

Chitpur, uno dei tanti slum non registrati a Calcutta, è una baraccopoli infernale, dove la gente vive ammassata in tuguri di plastica e bambù e si guadagna da vivere dedicandosi al riciclo di contenitori di vetro. 

Anche i bambini, anziché andare a scuola, affiancano gli adulti nello sminuzzamento delle bottiglie di vetro, eseguito a mani nude. 

Qui non è possibile aprire un centro scolastico, sia per la mancanza di spazio, sia per la totale indifferenza delle autorità locali, per le quali l’istruzione non ha valore. 

Abbiamo così pensato a una soluzione alternativa per mandare questi bambini a scuola: il progetto prevede l’acquisto di un bus, che verrà modificato al suo interno per poter funzionare da vera e propria aula scolastica. 

La nuova “classe a quattro ruote” ospiterà i bambini dello slum in diversi turni, stazionando durante il giorno in differenti aree del quartiere per facilitare l’accesso a tutti. 

Solo attraverso l’istruzione questi bambini possono cambiare il loro futuro, sviluppare competenze più qualificanti per ambire a occupazioni più dignitose di quelle dei loro genitori, ottenendo così, sul lungo termine, un miglioramento complessivo delle condizioni di vita dell’intera comunità.

Galleria immagini